In qualche modo di andare, a proteggere sia dalla sovratensione sia ovviamente dallo spegnimento per pensioni troppo basse ma non darvi un consiglio il range ottimale per l’uso del vostro smartphone quello che va dal 25 per cento al 75 per cento circa quindi se quando scartate il vostro Nuovo dispositivo carico e volete utilizzarlo non vi: preoccupate potete, farlo tranquillamente, ovviamente, meglio, ripeterlo anche se molti di voi, lo sapranno gi, ogni batteria, a un ciclo di vita sia una quantit di cibi, possono essere, effettuati, prima che vada, a perdere parte, delle sue, caratteristiche e potenzialit E quindi meglio andare a caricare il nostro smartphone magari per brevi periodi prima di uscire piuttosto che aspettare mi fanno arrivare in prossimit e poi, ricaricarlo fino al 100 per cento andando quindi, a compiere un ciclo completo e andando quindi, a diminuire leggermente quella che sar la Durata nel tempo del vostro, smartphone ora, non vi, sto dicendo, che far arrivare al vostro smartphone al cento per cento, sia sbagliato assolutamente, no ma un piccolo consiglio potrebbe essere quello di andarlo, a scollegare una volta terminata la ricarica, onde evitare, eventuali, problemi, che nonostante, ci sia; Il software a mitigarli e andare, a bloccare un’eventuale sovratensione, meglio evitare non, so se vi ricordate, il caso del samsung galaxy note: set che spiegabilmente durante le ricariche notturne prendeva fuoco, a fumare insomma tutti episodi spiacevoli che non vorrei di capitassero, quindi meglio evitare, un altro falso Mito che poi voglio andare, a sfatare perch ancora oggi mi sento tanto parlare quello della ricarica da spento cosa assolutamente non necessaria, con gli, smartphone, moderni, mentre, al contrario bis; consiglio con il cuore di andare ad utilizzare uno, smartphone, assiduamente, quando, eri, carica sia, perch; c’; effettivamente.

Il rischio che si vada a rovinare sia perch il rischio di surriscaldamento sempre in agguato e chiaramente quando andate, a ricaricarlo noi poggiate. Lo su superfici assorbenti come possa essere il letto una coperta, o addirittura in lei la seconda cosa da fare chiuso, il capitolo batteria e attivare la modalit trova mio telefono un aspetto che pu sembrare effettivamente banale ma che non lo perch ci permetter di dormire, sonni tranquilli Quando ad esempio andiamo in giro, o lasciamo il nostro smartphone incustodito con questa funzione potremmo andare, a controllare in tempo reale non si trova il nostro smartphone bloccarlo addirittura andare a cancellare. I dati al suo interno evitando quindi che qualcuno non autorizzato in caso di furto, o smarrimento, ma da mettere le mani, sui nostri dati personali per attivare questa funzione durante la prima accensione del nostro smartphone dovremmo stare un po attenti perch dovremmo ricordarci di mantenere attivo il Servizio di geolocalizzazione, a questo punto una volta completata tutta la configurazione, ci baster recarci in impostazioni sicurezza e da l, potremo controllare lo stato di attivazione, anche scaricare l’applicazione sul nostro smartphone, con una ne fossimo sprovvisti avessimo magari la necessit di andare, a controllare un dispositivo di Qualcun altro per controllare la posizione del nostro, smartphone potremo procedere in due modi il primo forse il pi semplice e consiste nello scaricare l’app trova via dispositivo su un telefono di un amico o di un conoscente, a questo punto facciamo, il login e quel nostro account di Google ed il gioco fatto per infatti consultare la posizione del nostro dispositivo su una mappa scegliere quale vogliamo controllare io ovviamente andare, a gestirne completamente il contenuto la fece, invece ci, baster, cercare sul browser google trova, il mio telefono andare, a cliccare sullo smartphone, che vogliamo rintracciare, A questo punto potremo consultare come abbiamo visto anche per l’applicazione da smartphone una mappa e andare, a chiamare ad esempio il nostro dispositivo per andare; a scoraggiare un eventuale malintenzionato, o cancellare e bloccare, il nostro smartphone ovviamente tutto bello funzionalit molto molto interessanti, che funzionano solo, ed Unicamente, a dispositivo acceso quindi se l’avete spento, o glielo hanno rubato e purtroppo per qualche motivo viene spento o si scarica non avremo poi tanta possibilit di andarlo, a rintracciare pur vero, che chi ruba un dispositivo magari poi lo vorr utilizzare alla prossima accensione magari, dopo, averlo Ricaricato sarete in grado di vedere dove si trova la terza operazione che si deve fare quando si passa da un vecchio smartphone ha un nuovo smartphone sicuramente il backup per evitare di perdere.

I dati a cui siamo affezionati, o magari anche solo una parte di essi, quindi vi spiego come faccio, io che per questo lavoro ovviamente sono costretto, a cambiare tantissimi smartphone, che ogni volta, che provo un nuovo dispositivo effettivamente voglio ritrovare quanto meno le mie fotografie e per Questo motivo partir dalle foto utilizzo chiaramente, google, foto sul quale, ho acquistato addirittura 100 gb di spazio di archiviazione, che vengono praticamente una sciocchezza, successivamente vado poi, a fare un backup di whatsapp e per fare, questo semplicissimo ci baster, recarci, all’interno, dell’applicazione, sul nostro, vecchio, smartphone, cliccare Sui tre puntini in alto, a destra impostazioni chat, backup, delle, chart e tutto finir tranquillamente sul nostro. Google drive a questo punto quando poi andremo inserire la nostra sim sul nuovo smartphone e andremo ad aprire verr ricercato un backup, sul nostro. Google drive che una volta cliccato ripristina, sar tutto semplicissimo e ci ritroveremo le foto. I video insomma tutto quello che avete b cappato e che reputato importante per gli altri dati, invece dipende, un po dallo smartphone che avete deciso di acquistare infatti se utilizzate uno schumi world class sappiate che all’interno del dispositivo, sar presente un programma di migrazione fatto molto bene E che non vi: far perdere nemmeno un dato che funzioner chiaramente benissimo android su android, o addirittura ios su android esiste poi anche la soluzione di mamma, google, che personalmente non utilizzo, perch ho un dispositivo, one plus ma che sembra funzionare molto bene: anche tra, dispositivi, ios E android chiaramente se poi non mi fido del cloud, esiste ancora il caro vecchio metodo con il cavetto vi; baster andare, a collegare il vostro smartphone al pc, come memoria di massa andrebbe, a copiare le cartelle di cui avete bisogno chiaramente andare poi, a ricopiare sul vostro Nuovo smartphone probabilmente molte cose le conoscevate gi, o se non le conosceva temi saranno magari utili in questo natale 2020 qualora aveste ricevuto possiede per ricevere un nuovo smartphone mi ricordo inoltre, che domani uscir sempre, qui, sul nostro, canale, un video di nicol, con una sola c.

Che vi: spiegher come andare a configurare un nuovo smartphone android dalla, a alla z, se avete poi altri metodi che utilizzate per passare. I vostri dati da uno smartphone all’altro quando lo cambiate magari fatemelo sapere in un commentino qui sotto cos ne parliamo insieme e se questo video vi, piaciuto ovviamente sparate un super like di incoraggiamento vi, ricordo inoltre di iscrivervi e cliccare, sulla campanellina delle notifiche cos non perderete.

https://www.youtube.com/watch?v=JMiRlCaCaKE